venerdì 14 agosto 2020

vincoli "automatici" dei beni culturali

Nel giugno del 1939 lo Stato Italiano si è dotato della Legge n°1089 per la tutela dei "beni culturali", ovvero edifici o complessi di particolare importanza storica o architettonica; la coeva legge n°1497/1939 invece si è occupata dell'ambito dei vincoli paesaggistici. Le disposizioni di tutela di queste due leggi sono state unificate nell'attuale Codice dei Beni Culturali (d.lgs. 42/2004). In questo post vorrei tratteggiare quegli elementi, in particolare della L 1089, che hanno attraversato il tempo e sono stati ripresi nella nuova legge: i vincoli afferenti gli edifici pubblici o di proprietà di enti ed il relativo meccanismo di "vincolo automatico" o vincolo ope legis.

domenica 26 luglio 2020

DL semplificazioni e dem-ric in zona A: un passo indietro?

Il Decreto Semplificazioni n°76/2020, di cui ho già parlato qui ed anche qui e che è stato convertito con Legge 120/2020, ha introdotto diverse novità, anche nel senso di incentivare gli interventi di sostituzione edilizia. tuttavia, nelle zone A questa condizione è molto peggiorata rispetto alla versione delle norme prima del Decreto: vediamo perché.

venerdì 24 luglio 2020

DL semplificazioni e nuovo regime delle tolleranze

Il Decreto Legge 16 luglio 2020 n°76 convertito con Legge 11 settembre 2020 n°120, ha introdotto una serie di novità al vigente testo unico dell'Edilizia: per una carrellata generale su quelle che sono le novità forse più rilevanti, potete fare riferimento a quest'altro mio post. Oggi vorrei focalizzare maggiormente l'attenzione sulle novità introdotte nel merito del regime delle tolleranze, ovvero quel "margine" all'interno del quale una difformità non può essere considerata un abuso edilizio e, quindi, non può nemmeno essere sanzionata.
Immagine da Pixabay

mercoledì 15 luglio 2020

decreto semplificazioni 2020: le novità principali

In questa calda estate 2020 i tecnici sono in grande fermento per le novità legislative e tecniche: da un lato l'ampliamento dei bonus per le riqualificazioni energetiche (le quali, ad ogni nuova modifica o ad ogni nuova notizia, perdono via via la forza dirompente dell'impatto iniziale), dall'altro le annunciate modifiche alla legislazione nazionale. il DPR 380/01, attuale testo Unico dell'Edilizia, verrà, prima o poi, completamente riscritto (ci si lavora da molto tempo ed il nuovo testo pare essere ad un elevato livello di sviluppo), tuttavia il cosiddetto DL semplificazioni (Decreto 16 luglio 2020 n°67, pubblicato in G.U. n°178/2020 s.u. e convertito con Legge 11 set 2020 n°120), nelle more di una più incisiva trasformazione, ha introdotto delle novità interessanti.

domenica 31 maggio 2020

TAR Lazio: il centro storico di Roma dovrebbe essere elevato (almeno) a vincolo paesaggistico!

In questo blog è stata data (spero) adeguata evidenza ad un paradosso che ci si trascina avanti da anni: il centro storico di Roma, quel centro che ha oltre duemila anni di storia, che ha visto nascere e morire culture, religioni, repubbliche, imperi, regni, e che ha visto lavorare artisti di fama internazionale, secondo l'attuale impostazione vincolistica, è tutelato da una procedura tutt'altro che stringente, paradossalmente inferiore, come livello di attenzione, ai borghi storici del Lazio, i quali sono tutti bellissimi, ma comunque storicamente e culturalmente non confrontabili con la Città Eterna. Il TAR con recente sentenza entra nel merito di questa questione, e produce una decisione lapidaria.

giovedì 21 maggio 2020

ecobonus al 110%: facciamo il punto

a valle della definitiva approvazione del Decreto Rilancio (DL 34/2020 convertito con modifiche con Legge 18 luglio 2020 n°77 - qui il testo coordinato del DL 34/20) possiamo tirare le somme di questa ormai già famosa estensione dell'ecobonus fino al 110% degli importi sostenuti.

lunedì 11 maggio 2020

accertamenti di conformità parziali

Spesso capita, nell'imbatterci in una difformità edilizia, di valutare la fattibilità di una sanatoria (ottenimento di un accertamento di conformità) per immobili che hanno problemi alcuni risolvibili, altri no. è possibile in questi casi presentare una sanatoria per la sola porzione di immobile che è sanabile, e tralasciare il resto? una recente sentenza, che ne conferma un'altra precedente, ci fornisce la chiave di lettura per la risposta.