sabato 11 maggio 2024

affrancazioni e trasformazioni a Roma

Quando si è proprietari di un appartamento in un edificio che è stato costruito in base agli incentivi per l'edilizia economica e popolare accade che, spesso se non sempre, sull'immobile grava un vincolo relativo al "prezzo massimo di cessione", ovvero un tetto al valore della casa che incombe su tutti i trasferimenti immobiliari, quelli futuri ma anche quelli passati.

sabato 4 maggio 2024

la verifica di congruità nei piccoli cantieri edilizi

Una delle cose con cui il superbonus del 2020 ci ha accompagnato nei cantieri privati è stato il concetto della verifica della congruità della manodopera: è nei fatti un meccanismo di calcolo con cui, noti i dati fondamentali di un cantiere edile e basandosi su dati statistici medi, la cassa edile stima se i versamenti effettuati dalla ditta per quel cantiere appaiono coerenti con quella che dovrebbe essere l'incidenza della manodopera.

giovedì 18 aprile 2024

Porte dei bagni che aprono sulla cucina: perché no a Roma

Le regole urbanistiche sono tante, diverse, stratificate, talvolta fantasiose e contraddittorie, ma sono pur sempre regole. Queste possono avere delle specificità territoriali, se è vero, come è vero, che ogni regione ed ogni comune possono dotarsi di proprie leggi, le prime, e propri regolamenti, i secondi, nei quali possono essere contenute norme settoriali nei temi dell'edilizia, dell'urbanistica e delle regole igienico-sanitarie, purché nel rispetto della gerarchia delle fonti del diritto e del potere dell'ente emittente.

domenica 31 dicembre 2023

differenza tra APE e AQE

Gli acronimi ormai sono ovunque in qualunque ambito: nel settore edilizio anche siamo sopraffatti dagli acronomi ed è facile confondersi tra procedure che, pur avendo un nome simile, hanno finalità completamente diverse. E' il caso dell'APE (attestato di Prestazione Energetica) da non confondersi con l'AQE (Attestato di Qualificazione Energetica), due procedure che, sebbene concettualmente molto simili se non uguali per certi versi, hanno scopi e ruoli del tutto differenti. In questo post, vedremo come distinguerli.

lunedì 25 dicembre 2023

vincolo cimiteriale

I vincoli urbanistici che possiamo incontrare in Italia sono tantissimi e variegati, ma possono essere raggruppati in due grandi famiglie: i vincoli che sono istituiti direttamente da una Legge, attraverso decreti ministeriali o piani regionali, e quelli che scaturiscono automaticamente al solo verificarsi di una condizione. Uno dei vincoli di questa seconda famiglia è il vincolo cimiteriale, di cui di seguito condivido i miei appunti, anche in considerazione del fatto che nel 2023 sono uscite ben tre sentenze del Consiglio di Stato che hanno aiutato a circoscriverne i dettagli applicativi.

domenica 24 dicembre 2023

pavimenti permeabili e prescrizioni edilizie

Il tema della permeabilità dei suoli sta diventando molto importante nell'edilizia e nell'urbanistica: il continuo consumo di suolo oltre ad erodere aree verdi e togliere spazi alla natura, alle coltivazioni ed alle attività che hanno bisogno di spazi aperti, crea anche il problema della impermeabilità delle superfici. Un pavimento impermeabile convoglia l'acqua piovana verso la fogna invece che verso il terreno: questo crea negli strati profondi degli squilibri idraulici che possono portare a diversi problemi, nel medio e nel lungo periodo. Tuttavia, anche se da come descritta appare essere una cosa molto seria, attualmente in Italia non sembrano esistere norme nazionali specifiche sul tema, a parte qualche regione che, con una sensibilità sul tema forse più spiccata di altre o forse perché nel proprio territorio i fenomeni legati alla permeabilità sono più gravi, ha prodotto delle proprie norme.

domenica 19 novembre 2023

fiscalizzazione dell'abuso edilizio

Riguardo al superbonus 110% ho sempre detto che, tra i vari effetti prodotti che sono stati talvolta positivi ma talvolta anche negativi, ve ne è uno che mi ha impressionato per la sua rapida diffusione: mi riferisco al fatto che molti italiani sono stati messi di fronte al fatto che le difformità edilizie, anche detti "abusi", sono molto diffusi e spesso "nascosti", nel senso che possono annidarsi all'interno di fabbricati e dei quali i proprietari sono del tutto ignari. Tra i vari modi per approcciare al problema delle difformità viene spesso evocata la cosiddetta "fiscalizzazione dell'abuso": dato che di questa procedura sento dire cose giuste ma anche molte cose meno esatte, ho sentito l'esigenza di scrivere questo post specifico per riflettere assieme al lettore sui limiti e le opportunità che offre.