mercoledì 14 maggio 2014

tavola sinottica degli standard urbanistici a Roma

Carissimi ed affezionatissimi lettori, oggi condivido con voi un altro documento che mi sono costruito da solo per aiutarmi nella lettura del PRG: stavolta si tratta degli standard urbanistici (parcheggi pubblici, parcheggi privati, verde pubblico, servizi) che devono essere reperiti nelle nuove costruzioni e nei cambi di destinazione d'uso.

In più, dato che è motlo più probabile che vi servirà per i cambi d'uso piuttosto che per le nuove costruzioni, nella suddivisione delle destinazioni d'uso ho evidenziato sia quelle del PRG attuale e sia quelle della delibera del c.s. 19/2001. Purtroppo infatti a Roma coesistono due diverse classificazioni delle destinazioni d'uso: quella di PRG serve a capire se, nel cambio d'uso, si cambia la "funzione" di appartenenza (in questo caso il cambio d'uso è sempre soggetto a DIA), mentre la classificazione della delibera 19 serve a determinare quando il cambio d'uso è da classificarsi sempre "con opere".

***update del 21/11/14. Ho pubblicato la versione aggiornata della tavola sinottica, perché c'era un errore di fondo (errore mio): Quando si fa un cambio d'uso e si deve quindi andare a verificare la differenza degli standard, per quanto riguarda i servizi (verde pubblico e servizi) questi non vanno "scissi" in verde e servizi distintamente, ma vanno considerati nel loro valore complessivo (in fatti il PRG parla di distinzione "approssimativa" tra l'uno e l'altro). Dato che l'unica destinazione che contempla i servizi, oltre al verde, sono le abitazioni, il discorso vale solo quando si fa un cambio d'uso da o verso questa destinazione.***

scarica


clicca qui per scaricare la tavola in formato pdf.

se siete arrivati a questa pagina ma non sapete come procedere per un cambio d'uso, vi suggerisco di visionare gli altri miei post taggati con "cambio di destinazione d'uso". Potreste però essere giunti qui anche cercando informazioni sulla monetizzazione degli standard urbanistici, ed allora potete leggere quest'altro mio post specifico.

N.B.: questo documento è fatto per suggerirvi una linea di indirizzo nel calcolo degli standard: la responsabilità del calcolo definitivo in base al quale il vostro cliente pagherà gli oneri concessori e/o le monetizzazioni degli standard è solo e soltanto vostra.

N.B.2: una prima stesura di questa tavola aveva un refuso che potrebbe confondervi: era infatti scritto parcheggi pubblici al posto di privati, e viceversa. Scusate dell'errore: il file adesso è aggiornato. [16 mag 2014. ]

11 commenti:

  1. Salve Marco, complimenti per il blog interessantissimo. Riguardo questo post proprio l'altro giorno discutevo con un tecnico del Municipio 13 per un calcolo su cui avevamo interpretazioni diverse. Il link però rimanda ad una pagina dove viene richiesta un'autenticazione. E' normale?
    Grazie. Antonio

    RispondiElimina
  2. l'ho notato anche io che si apre una finestra nominata ftp.architetticampagna.it in cui vengono richieste user name e password. non credo siano le stesse credenziali dell'account Google. esiste anche la possibilità di accesso anonimo ma non ho provato nessuna delle due strade.

    RispondiElimina
  3. provate adesso, il link sotto l'immagine dovrebbe funzionare

    RispondiElimina
  4. Salve Marco, sono alle prime armi e devo dire che il tuo blog mi è sempre di notevole aiuto, quindi rinnovo i complimenti che ti hanno già fatto.

    Volevo solo farle notare una svistina... La riga di valori segnati come "parcheggi pubblici" sono in realtà "parcheggi privati" e viceversa (art.7). Poi forse sarebbe il caso di specificare che i valori così riportati sono riferiti ai 10mq di SUL così da rendere la tabella più chiara.

    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIao, grazie mi avevano già segnalato l'errore: il file adesso dovrebbe essere corretto, verificate per favore che scaricandolo si legga giusto.

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Architetto Campagna salve,
    la ringrazio intanto per questo Blog, utilissimo per noi tecnici.
    Le volevo porre un quesito, nella tavola sinottica che ha inserito sopra fra i cambi d'uso più frequenti lei posiziona anche il cambio da Magazzino a Commerciale piccolo, inserendo il magazzino come giusto che sia nelle attività Produttive, quindi unica differenza di carico il Verde Pubblico.
    Ma se il cambio d'uso riguardasse la parte retro negozio di un locale commerciale? quindi un Deposito che non rientra nella categoria Produttiva, come si comporterebbe? Grazie anticipate.
    Mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il deposito realizzato all'interno di un locale commerciale è da considerarsi comunque superficie commerciale, secondo me, e salvo casi particoalri.

      Elimina
    2. ok, la ringrazio, lo chiedevo perché varie amministrazioni ritengono che gli ambienti deposito siano da considerarsi addirittura a carico urbanistico nullo, questo percheé secondo loro le stesse non contribuivano appunto alla superficie commerciale delle unità immobiliari. Vorrei approfondire la questione in modo da delineare una risposta certa da dare agli stessi enti.
      Le è capitato di variare in commerciale uno spazio adibito in passato a deposito interno ad un locale?

      Elimina
    3. mi è capitato di fare diversa distribuzione interna di locali commerciali in cui i depositi rudicevano la propria superficie a favore di quella prettamente commerciale, e, secondo me giustamente, me li hanno sempre passati in manutenzione straordinaria ovviamente senza CdU. Il discorso ovviamente cambia se stiamo parlando di un magazzino posto al piano interrato: in quel caso il discorso è più delicato e complesso, ed effettivamente c'è il discorso del cambio d'uso, ma se parliamo di depositi posti allo stesso livello del commerciale, secondo me si parla sempre di diversa distribuzione di spazi interni.

      Elimina

Grazie per il commento. verifica di essere "nell'argomento" giusto: ho scritto diversi post su vari argomenti, prima di commentare controlla che il quesito non sia più idoneo ad altri post; puoi verificare i miei post cliccando in alto nel link "indice dei post". I commenti inseriti nella pagina "chi sono - contatti" non riesco più a leggerli, quindi dovrete scrivere altrove: cercate il post con l'argomento più simile. In genere cerco di rispondere a tutti nel modo più esaustivo possibile, tuttavia potrei non rispondere, o farlo sbrigativamente, se l'argomento è stato già trattato in altri commenti o nel post stesso. Sono gradite critiche e più di ogni altro i confronti e le correzioni di eventuali errori a concetti o procedure indicate nel post. Se hai un quesito delicato o se non riesci a pubblicare, puoi scrivermi in privato agli indirizzi che trovi nella pagina "chi sono - contatti". Sul blog non posso (e non mi sembra giusto) pubblicare le mie tariffe professionali: scrivimi un email per un preventivo senza impegno. Grazie.